venerdì 11 marzo 2011

Pensieri Onirici Latenti

Ok, pensavo di non arrivare mai a fare questo acquisto, ma tant'è!
Immagine dal web
Questo fa parte delle mie innumerevoli contraddizioni che, piano piano, stanno cominciando a conoscere armonia e risoluzione; e si tratta dell'orribile vizio del giudicare le cose[o le persone] prima di conoscerle.
Spesso mi lascio andare a commenti che poggiano le proprie basi sul nulla, su un'impressione fugace o su un immotivato pregiudizio di fondo, per poi ricredermi in un secondo momento, quando vengo a conoscenza delle caratteristiche più profonde delle contingenze in atto e decido di aprire la mente e liberarla dall'ottusità!
Con Freud mi era capitato questo, ovvero di avere istintivamente provato antipatia per la sua figura ed i suoi studi, ma dopo aver sondato il terreno cogliendo l'occasione da alcune dispense da studiare, ho avuto modo di entrare in contatto più immediato e diretto con l'essenza delle succitate componenti ed è stata una scoperta interessante! :)
Spero che la lettura di questa parte della sua opera riesca ad accrescere questo novello interesse e mi porti un po' più in là con le vedute e con gli stimoli!

4 commenti:

Denise Cecilia ha detto...

Di Freud ho trovato interessanti e convincenti soprattutto gli scritti sul famoso 'lapsus' ed altri 'errori' cognitivi.
In linea generale continuo però a non amarlo.

(Controlla la mail :)

Nica saturday.

DDR ha detto...

Hmmm... "pensieri onirici latenti"...
Sembra interessante di cosa si tratta? Credi possano esserci collegamenti con la sincronicità di Jung? E se gli uomini oltre ad avere in comune il mondo reale, avessero anche i luoghi dei sogni?
^____^

Alessia ha detto...

Il pensiero onirico latente, a quanto ho capito, è una delle due componenti empiriche che costituiscono il sogno, insieme al contenuto onirico manifesto.
Rispettivamente si riferiscono il primo al materiale inconscio che agisce nel sogno, ovvero quell'insieme di particolari apparentemente irrilevanti che abbiamo vissuto all'interno della giornata che si trasforma in materiale onirico, mentre il secondo, il contenuto onirico manifesto, è il sogno per come si presenta.
Cosa è la sincronicità di Jung? :0

Alexis ha detto...

Ovviamente la risposta di prima era la mia dall'altro account gmail -.-

@Scescì: io vedrò di approfondire con altre letture, ci sono cose che mi interessano particolarmente, come il saggio "Il poeta e la fantasia". *_*